Azalea di Gand

La azalea di Gand è legata indissolubilmente a Gand, ma perché ha trovato dimora proprio in questa città? Come fa a sapere quando è si trova di fronte a un’autentica Gentse azalea? E perché è una pianta ecologica? Le racconteremo tutto sulla azalea di Gand!

De Gentse azalea
Azalea di Gand

Gand come terreno fertile ideale

La storia della azalea di Gand inizia alla fine del XVIII secolo, quando l’azalea giunse nella nostra regione dalla Cina e dal Giappone. Allora, la floricoltura era rigogliosa nella regione attorno a Gand. La vicinanza della città con le sue buone infrastrutture rappresentava il terreno fertile ideale per l’azalea. Si aggiunga il clima favorevole e il tipo di terreno ed ecco che nasce la Gentse azalea.

Grazie alle ricerche e a decenni di selezione, i coltivatori sono riusciti a migliorare la pianta, ampliando fortemente l’assortimento offerto. Di conseguenza, le azalee esibiscono bei fiori pieni che fioriscono per ben 6 settimane. Esistono circa 150 varietà

Progetto Azalea Qualità

Si possono vendere come “azalea di Gand” solo le azalee coltivate nelle Fiandre orientali che soddisfano rigorose norme di qualità. Tra i floricoltori queste norme sono note come “condizioni PAK”. PAK è l’acronimo di Project Azalea Kwaliteit (Progetto Azalea Qualità).

Per tale progetto sono stati stilati criteri di qualità obiettivi. I coltivatori sono tenuti a controlli indipendenti, devono partecipare a prove per la fioritura e i loro prodotti devono soddisfare requisiti severi per la qualità. Ad esempio, l’80% dei boccioli deve già mostrare il proprio colore e vigono regole rigorose anche per la qualità delle foglie. La pianta da vaso deve essere priva di erbe infestanti e si garantisce un vaso da fiori pulito e curato.

Costitutori riconosciuti

Una Gentse azalea autentica si riconosce dall’etichetta riportante appunto “Gentse azalea” o dal marchio IGP sul retro dell’etichetta della pianta dei constitutori riconosciuti , che fanno parte del PAK e le garantiscono una Gentse azalea di primissima qualità.

Costitutori riconosciuti
Indicazione Geografica Protetta

Prodotto regionale riconosciuto

Ad oggi, quasi l’85% delle azalee europee proviene dalle Fiandre orientali. Nel 2010, la Gentse azalea ha ricevuto il riconoscimento di indicazione geografica protetta (IGP). La Gentse azalea è stato il primo prodotto di floricoltura europeo a conseguire tale riconoscimento. Per poter offrire una pianta come “Gentse azalea”, sia il coltivatore, sia la pianta devono soddisfare severi requisiti di qualità. Insomma, con una Gentse azalea si porta a casa un ottimo prodotto del posto!

Coltivazione eco-compatibile

I coltivatori della Gentse azalea fanno un uso parsimonioso dell’energia e dei prodotti fitosanitari. Ad esempio, lavorano con una combinazione di pesticidi biologici e chimici. Inoltre, per una buona parte dell’anno, coltivano le piante all’aperto. Solo nei periodi di gelo le serre vengono riscaldate per prevenire che la temperatura scenda sotto allo 0°C.

Soltanto alla fine, quando le azalee sono in fiore, i coltivatori riscaldano le serre, portandole a una temperatura compresa tra 18 e 20°C, e aumentano l’illuminazione. Questo periodo, tuttavia, dura solo 2 – 3 settimane su un processo di coltivazione totale che va da 1 a 1,5 anni. Inoltre, si tratta di un prodotto tipico del posto, che richiede un trasporto minimo. Una pianta, dunque, considerevolmente parsimoniosa in termini di energia con una piccola impronta ecologica!